Italia cibo e cultura

 

cibo-italiano-620

Il cibo per noi italiani non è certamente solo un mezzo di sostentamento ma, come tutto il mondo sa, contribuisce a definire la nostra stessa identità, è parte di noi, della nostra cultura, come un quadro di Raffaello o di Leonardo da Vinci.

Ma non è solo questo. Per noi italiani stare a tavola consumando un buon pasto è anche un modo per stare insieme, per tenere unita la famiglia e gli amici e per cementare quel senso di convivialità e di gioia che tutto il mondo ci invidia.

Anche se i tempi moderni spesso ci costringono a ritagliare un tempo sempre più breve per il pranzo e la cena, rimane radicata in noi molto fortemente quell’idea di lentezza che, se rischia di essere scambiata a volte per indolenza, è in realtà il piacere di stare insieme per rafforzare il senso di comunità.

Proprio per questo motivo, a differenza degli altri popoli, noi italiani preferiamo mangiare a casa quando è possibile, specialmente la domenica e riunire così tutta la famiglia. Le mamme italiane ma, in realtà, anche le zie e le nonne, sono famose nel mondo perché vedono i loro figli o nipoti sempre deperiti e sotto peso e la loro principale raccomandazione quando questi si allontanano di casa è quella di mangiare!

Ma anche lo straniero che finisce a tavola con italiani non può sfuggire a questo destino: guai a non rimpinzarsi con tutte le leccornie che sono state accuratamente cucinate in ore e ore di sapiente preparazione.

Quello che colpisce gli stranieri è, inoltre, la durata interminabile per loro dei pasti che si concludono immancabilmente col caffè espresso (non americano) e con un liquorino.

L’incredibile varietà tra le cucine delle diverse regioni è un altro aspetto che sorprende e potrebbe, da un lato, essere considerato anche un limite perché difficilmente un piatto di un’altra regione, per non parlare di un altro Paese, riesce a entrare in quelli tradizionali, anche se questa chiusura sta cambiando con le nuove generazioni.

You may also like